Inizia un nuovo anno scolastico e molti ci stanno chiedendo supporto per affrontare la Didattica Digitale Integrata o per una formazione in qualità sull'uso pedagogico delle Tecnologie Digitali. Di seguito gli "strumenti" che mettiamo a disposizione.

        

[In collaborazione con il Nodo Italiano EPICT Italia]

Info: segreteria@assoepict.it

 

 

Indagine sulle Lezioni a Distanza

Come sono le vostre lezioni a distanza? Siete a conoscenza di indagini per documentare e approfondire le modalità di "far Scuola a Distanza" in questo periodo di DaD? Ecco il report dell'analisi dei dati svolta dall'Associazione EPICT Italia nell'ambito della collaborazione con il Progetto Scuola Digitale Liguria: risultati interessanti che pongono le basi per il futuro sviluppo e integrazione solida del digitale nella nostra Scuola.

Siete a conoscenza di altre indagini? Potete scrivere a segreteria@assoepict.it o in myEPICT per i soci. 

LEGGI IL REPORT

La ruota della sicurezza

[yesSettimana 25 - 29 maggio 2020 - Suggerimento EPICT per una settimana in sicurezza: La Ruota della Sicurezza in Rete]

La cronaca ci racconta sempre più spesso di eventi che durante le lezioni a distanza minacciano la sicurezza degli studenti: intrusioni nelle videoconferenze, cyberbullismo, intrusinoe degli account dei compagni,...

Elisabetta Nanni - docente e formatrice EPICT attualemente impegnata nel corso per la Certificazione EPICT eSafety - ha costruito questa Ruota della sicurezza: provate a farla girare e a vedere se sareste capaci di affrontare con i vostri studenti i pericoli che stiamo approfondendo nel corso eSafety....

E per costruire materiali interattivi per coinvolgere in vario modo la vostra classe digitale, ecco uno strumento interessante e divertente: Wordwall

Un corso per tutti, una risorsa per i soci EPICT

 
[enlightenedProposta dell'Associazione EPICT   per il weekend del  16 - 17 maggio 2020]
 
La prima edizione del corso "Sfide Pedagogiche" si conclude in questi giorni con un risultato positivo e gratificante: "a quando la prossima sfida?", chiedono i corsisti ormai all'ultimo step del percorso guidato per avviarsi all'uso pedagogico delle tecnologie digitali secondo il modello e lo stile EPICT, a giugno! 
 
Al termine del corso guidato dai Facilitatori EPICT, i corsisti diventano soci dell'Associazione e potranno continuare a "sfidarsi" con le proposte di "Lesson plan svolti" mensili e sempre a disposizione nel "Lab" di myEPICT.
 
 
Sei interessata/o? Vuoi partecipare al Corso e unirti all'Associazione EPICT Italia? 

Il corso è sempre attivo ed è possibile iscriversi tramite la Piattaforma SOFIA del Liceo Giorgione di Castelfranco Veneto

 

I corsisti cosa dicono delle attività proposte e guidate nei Lesson Plan presentati per affrontare le Sfide?

...sui miei studenti hanno avuto in impatto positivo perchè la lezione non era per loro noiosa, li ha tenuti attivi. Si sono veramente impegnati...

Questa seconda attività è stata per me un'autentica sfida ;-)

... è andata bene e i ragazzi si sono divertiti, nel complesso è stata una buona lezione!

L'attività è stata attuata con la DaD. I risultati sono stati positivi

 

Qui ci vuole ritmo!

[enlightenedProposta dell'Associazione EPICT   per il weekend del  9 - 10 maggio 2020]
 
Continua il viaggio nelle modalità di didattiche innovative mettendo in evidenza gli aspetti pedagogici propri dell’approccio EPICT. 
 
Per guidare gli studenti a sviluppare le strategie di lettura, orientarsi nei testi e comprenderne i concetti chiave in modo più autonomo, Michela Chiappini propone una strategia didattica articolata che “non da tregua” allo studente stimolato ad eseguire piccole ma mirate attività che non permettono di perdere il fuoco sul task proposto dall’insegnante. 
 
Prima, durante e dopo la lezione il docente propone tante piccole micro attività finalizzate ad analizzare e condividere il percorso di lettura individuale facendolo diventare collettivo con una mappa finale da commentare poi individualmente sapendo che si riceverà un feedback personalizzato e sicuro.
 
Archivi web accattivanti e interattivi (con https://wakelet.com/), ambienti di esercizio e quiz (https://quizizz.com/ - https://answergarden.ch/), lettura collaborativa partecipata mappe (https://miro.com/) e scrittura digitale nel web sono le tipologie di strumenti che supportano l’intero processo.
 
Ecco come: Qui ci vuole Ritmo (per i soci)
 

Pubblicazione dell'Associazione EPICT: "Docente al tempo del Covid-19"

[enlightenedProposta dell'Associazione EPICT   per il weekend del  2 - 3 maggio 2020]
 
Vuoi rendere ufficiale e utile per lo sviluppo professionale l’esperienza di didattica svolta in questo tempo di “Corona Virus”? E' aperta la call for paper per i soci dell’Associazione EPICT per la pubblicazione “Docente al tempo del Covid-19”. 
 
Gli articoli contenuti nella pubblicazione - corredata di codice ISBN - potranno essere citati nel proprio curriculum come pubblicazione professionale, spesso richiesto per rispondere a bandi o selezioni per incarichi di formatore. 
 
Una semplice raccolta oppure….? Gli articoli, che potranno essere scritti in lingua italiana o inglese, dovranno avere una lunghezza compresa fra 4 e 10 pagine. Seguiranno una struttura comune, che consentirà di fare confronti e approfondimenti trasversali tra le esperienze pubblicate.
In myEPICT i soci potranno confrontarsi per eventuali dubbi nella redazione degli articoli e ricevere  suggerimenti e consigli.
 
Quali date importanti ricordare?
  • 31 maggio 2020 - Sottomissione abstract: LINK AL FORM DI SOTTOMISSIONE  
  • 15 giugno 2020 - Risposta di accettazione
  • 31 luglio 2020 - Versione finale degli articoli accettati
 
Vuoi saperne di più? Leggi qui> http://www.assoepict.it/content/ultime-pubblicazioni
Non sei un socio, ma comunque vuoi condividere la tua esperienza? scrivici: segreteria@assoepict.it

Let’s re-discover Grammar

[enlightenedProposta dell'Associazione EPICT   per il weekend del  25-26 Aprile 2020]
 
In una prospettiva di apprendimento student-centred, Michela Chiappini, Insegnante di Inglese e AD presso IISS Parentucelli-Arzela' di Sarzana, Formatrice EPICT, spiega gli strumenti utilizzati e le metodologie per una lezione a distanza "segmentata" e interattiva per legare lo studio della grammatica ad un percorso di potenziamento delle abilità linguistiche.
 
Come coinvolgere gli studenti in attività di apprendimento a distanza sulla grammatica inglese?
 
Michela ci guida all'interno del suo progetto presentando un esempio di lezione:
  • in un primo momento condivide una lettura o un ascolto (in sincrono su chat della piattaforma della videolezione), attraverso un momento di brainstorming, in modo da supportare gli studenti sia ad analizzare in modo deduttivo, sia a rendere più contestualizzato l’uso stesso della regola grammaticale;
  • in un secondo momento condivide attività interattive (in sincrono sulla chat della piattaforma di videolezione o attraverso Wakelet dedicato alla lezione), con esercitazioni da fare o giochi che possono generare un apprendimento autonomo anche del lessico stesso;
  • in chiusura della lezione a distanza ricapitola il percorso fatto sulla regola grammaticale, con un breve podcast da ascoltare (in sincrono con link condiviso sulla chat o su Wakelet dedicato alla lezione) .
Per realizzare la lezione Michela ha usato i seguenti strumenti digitali gratuiti: siti specifici per le Lingue straniere (Perfect English ), Wordwall o Quizlet per creare giochi personalizzati per le classi, Spreaker per realizzare Podcast (specifico per interagire anche a distanza e condividere le registrazioni) e infine, come archivio per tutti i materiali da utilizzare in sincrono durante la DaD o in asincrono per la consegna dei compiti, un link a Wakelet.
 
Per leggere nel dettaglio le fasi della Lezione  > Clicca qui!
 
Michela Chiappini - Associazione EPICT Italia - IISS Parentucelli-Arzela' - Sarzana

Calzini spaiati: essere differenti è normale!

[enlightenedProposta dell'Associazione EPICT   per il weekend del  18-19 Aprile 2020]
 
Un meme per catturare l’attenzione e le emozioni dei ragazzi e far gustare a tutti il “dono” della diversità! Perché? Quando?
 
 Il 21 Marzo – in pieno fermo didattico - si è celebrata la giornata internazionale delle persone con sindrome di Down e per far riflettere e diffondere conoscenza, la docente responsabile della Funzione Strumentale all'Inclusione Scolastica - dell'Istituto Comprensivo Marco Polo Viani di Viareggio - insieme a Gloria Cogliati - insegnante della scuola e facilitatrice Epict - e tutti i docenti, hanno coinvolto due classi in una originale attività digitale a distanza: realizzare un meme con le foto degli studenti che indossano calzini spaiati. Questa inusuale richiesta ha raccolto molto interesse da parte degli studenti abituati a cogliere il lato inusuale della realtà con la creazione di un meme, e questa volta non è stato solo “per ridere” ma per riconoscere, amare e a superare le differenze, valorizzando così l'unicità di ciascuno.
 
Gloria ha deciso di condividere con noi questa sua esperienza.
 
Come nasce l’idea del meme?
L’idea del meme è nata perché l’intento era di partecipare all’iniziativa “calzini spaiati” lanciata dall’associazione down coinvolgendo  gli studenti a distanza e con l’obiettivo di avere un impatto emotivo su ciascuno di loro. Inoltre, visto che fare meme dovrebbe riscuotere un certo apprezzamento da parte dei più giovani, e in considerazione che con l’insegnante di lettere si è lavorato anche sulla sintesi del testo, ci è parso subito lo strumento più opportuno per coinvolgere i ragazzi.
 
Come si è sviluppato il progetto?
La proposta Iniziale, partita dalla FS per l’inclusione era di raccogliere solo foto degli studenti che indossavano calzini spaiati ma, la mera foto dei calzini risultava poca cosa: non poteva da sola raggiungere lo scopo prefissato perché risultava difficile a distanza condividere una riflessione significativa su quanto realizzato; i ragazzi si distraggono facilmente e la sola  foto non riusciva a stimolare le loro riflessioni. Per questo abbiamo proposto in luogo della semplice foto dei calzini spaiati, la realizzazione di un meme (coinvolgendo due classi, le altre classi hanno realizzato il laboratorio solo con le foto), che a partire dai calzini ci portasse anche altrove, con creatività, a interrogarci sulla ricchezza della diversità.
 
E... quali strumenti digitali avete usato?
Sono diversi gli strumenti che abbiamo utilizzato: dalla semplice applicazione che abbiamo tutti sul telefono per scattare e modificare le foto, a strumenti specifici per creare meme, dalle applicazioni per realizzare un video fino ad usare una piattaforma di condivisione… ma se vi interessa leggere il Lesson plan del Progetto nella sua completezza cliccate qui… buona lettura!
 
Intervista a Gloria Cogliati  Associazione EPICT Italia - Istituto Comprensivo Marco Polo Viani - Viareggio (LU)

 

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina

Accesso ai Soci