CORSO IN PARTENZA

Risorse Digitali per l'Educazione Civica

Ebbene sì, l’Educazione Civica torna a scuola con obiettivi formativi estremamente attuali: diventa materia per lo sviluppo di competenze di pensiero critico, morali ed etiche. L'obiettivo è quello di insegnare ai ragazzi di comprendere, valutare e contribuire in maniera partecipata alle tematiche che li circondano, per formarli ad una cittadinanza attiva e globale!
 
Risorse digitali, aggiornate e gratuite sono a disposizione a tutti gli insegnanti per le proprie lezione di Educazioni Civica: Il Ministero dell'Istruzione ha reso disponibile un portale con informazioni e materiali utili  www.istruzione.it/educazione_civica
 
Come essere inclusi e attivi nella società delle Competenze Digitali? Ecco il contributo di Sandra Troia - membro dell'Equipe Formativa Territoriale della Puglia e facilitatrice EPICT - su questo tema, nel video che ha registrato  per l'iniziativa Rai Inclusione Digitale  Guarda il video

 Sandra Troia - dal Network  " Competenze Digitali per la Cittadinanza"

enlightened PER I SOCI DELL'ASSOCIAZIONE EPICT - Aggiornamento continuo nel post del Network "Competenze Digitali per la Cittadinanza" con gli gli esempi di attività e il confronto fra docenti > LINK

yes PER TUTTI - Corso Certificato EPICT (50 ore a distanza con attestato e certificazione finale): Cittadinanza Digitale e Sicurezza > LINK

 

Realtà Aumentata o Flipped Classroom?

Per chi vuole accrescere le sue competenze sull'uso pedagogico delle tecnologie digitali, su SOFIA (per i docenti di ruolo) e per tutti con iscrizione diretta, sono in partenza i segueti due cosi

CORSO REALTA' AUMENTATA E VIRTUALE - Un corso per approfondire un tema specifico, affascinante ed emergente: creare materiali didattici interattivi, capaci di strappare un "wow", ma anche rinforzare le strategie e i risultati di apprendimento.

CORSO FLIPPED CLASSROOM & APPRENDIMENTO COLLABORATIVO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA Un corso per allenarsi a realizzare nelle proprie classi il metodo didattico richiesto dalla DDI, attivo e interattivo con lavori di gruppo e collaborazione fra studenti;

 

Portfolio del Lettore!

Gli alunni crescono ma … come cambiano i loro gusti in fatto di lettura? 
Creare un portfolio con tutti i libri letti da ogni studente può aiutare a seguire tutto il percorso di crescita dei nostri alunni, vediamo come!
 
Didattica in presenza, a distanza o integrata... in qualunque modo venga gestito il processo di insegnamento-apprendimento l'obiettivo dovrebbe essere sempre quello di coinvolgere gli studenti in attività innovative, stimolati e affascinanti e allora... di seguito una proposta che può essere gestita in qualsiasi modo e che nasce dalla diretta sperimentazione in classe di Piera Schiavone, Insegnante di Lettere presso il liceo Canudo di Gioia del Colle e Facilitatrice Epict.
 
La consegna prevede che l’alunno scelga alcuni libri (sia per il periodo estivo, sia per l’anno scolastico), li legge e ne scrive la recensione.
Poi crea una lezione su blendspace https://www.tes.com/lessons, in cui inserisce la recensione, la sua “personale rielaborazione” della copertina del libro ed elementi che lo hanno particolarmente colpito durante la lettura del testo.
Se l’attività viene proposta non solo nel corso dell’anno, ma durante tutto il percorso scolastico (tre anni di scuola secondaria di primo grado o cinque anni di scuola secondaria di secondo grado) si avrà la possibilità di constatare la “crescita” del nostro alunno lettore, come sono cambiati i gusti, gli interessi, il modo di descrivere, ecc.
 
Clicca qui o sull'immagine per scaricare la check list per realizzare il "portfolio del lettore" con Tes - Blandspace
 

Piera Schiavone - dal Network  " Discipline Umanistiche con le tecnologie digitali " 

enlightenedPER I SOCI DELL'ASSOCIAZIONE EPICT - Aggiornamento continuo nel post del Network "Discipline Umanistiche con le Tecnologie Digitali" con gli gli esempi di attività e il confronto fra docenti > LINK

yesPER TUTTI - Corso EPICT "Storytellling e Multimedia"

 

Follow-up Webinar su "HyperDoc"

22 ottobre 2020 - Centoventi partecipanti al workshop dedicato all'HyperDoc, uno strumento semplice e flessibile per progettare e condurre lezioni digitali e articolate come quelle richieste dalla DDI, garantendo attenzione e focus da parte degli studenti. Clicca sull'immagine per avere un breve follow-up.

E per approfondire e continuare il percorso insieme:

LABORATORIO DI DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

CORSO FLIPPED CLASSROOM & APPRENDIMENTO COLLABORATIVO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

GUARDA LA REGISTRAZIONE DEL WEBINAR

Progettare e condurre le lezioni in DDI: l'Hyperdoc

 

DDI: una check list per l'insegnante di sostegno

Le Linee guida per la Didattica Digitale Integrata spingono con decisione la collaborazione fra il docente di sostegno e gli insegnanti curricolari - Collaborazione utile sia per la creazione di materiali didattici inclusivi, sia per la progettazione congiunta di strategie di apprendimento capaci di facilitare la partecipazione degli studenti BES al percorso svolto dai compagni: soprattutto il lavoro in piccolo gruppo sempre con la supervisione dell’insegnante di sostegno. 

 
E se la DDI diventa di nuovo DaD?
 
I punti critici  sono:
 
  - L’uso del portale e-learning
  - La gestione del lavoro sincrono
  - La gestione del lavoro asincrono
 
Qui una check list  da usare per verificare le abilità di base utili per la partecipazione degli studenti BES ad attività a distanza  (se vuoi fare una tua check list noi abbiamo usato Canva – www.canva.com
 
 
Stefania Isolabella - dal Network "L’Inclusione nella Scuola Digitale"
 
-----------------------------------------------------------
 
enlightenedPER I SOCI DELL'ASSOCIAZIONE EPICT - Aggiornamento continuo nel post del Network "Inclusione nella Scuola Digitale" con gli esempi di attività e il confronto fra docenti > LINK
 
yesPER TUTTI - Corso Certificato EPICT (50 ore a distanza con attestato e certificazione finale): Scuola Digitale Inclusiva > LINK

 

Settimana Europea della Programmazione: perché non partire dal Coding unplugged?

Dal 10 al 25 ottobre (un po’ più di una settimana ;-)  tutti invitati a programmare! Seguendo le proposte del sito Europe Code Week, si potranno avere percorsi guidati e poter poi conferire attestati di partecipazione ai propri studenti.

Mancano 6 giorni e si potrebbe “scaldare i motori dei propri studenti” con qualche attività unplugged… da proporre in aula per essere “fisici” e non virtuali (visto che si è finalmente in classe insieme!) oppure da far svolgere a casa un po’ lontano dal computer in attesa di programmare per davvero. 

Svolgere attività con carta e penna o anche con la fisicità di muoversi sulle mattonelle di articolati “pampani”,  consente agli studenti di approcciare il mondo delle procedure in modo graduale e con un approccio “fisico” che stimola la capacità di ordinare sequenze di istruzioni. 

Un sito - in inglese - che propone lesson plan completi di script (proprio le parole da dire in classe!) procedure, disegni da scaricare e stampare, e video per mostrare come dei docenti “veri” nelle loro classi “vere” hanno realizzato quei lesson plan, è CSUnpplugged: https://csunplugged.org/en/topics/ 

Federica Tamburini- dal Network  " Coding e Robotica Educativa" 

enlightenedPER I SOCI DELL'ASSOCIAZIONE EPICT - Aggiornamento continuo nel post del Network "Coding e Robotica Educativa" con gli gli esempi di attività e il confronto fra docenti > LINK

yesPER TUTTI - Un corso EPICT in collaborazione con l’AICA Digital Academy, il corso Coding con Scratch per le STEAM e la creatività. I Test Center AICA Digital Academy propongono il corso che ha come esito la Certificazione ICDL Computing e la Certificazione EPICT “Coding e Robotica Educativa” > LINK

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina

Accesso ai Soci