Perché cambiare gli spazi dell’apprendimento?

Fra gli hot topics, un posto molto "hot" lo ricopre il tema degli "spazi di apprendimento".

Il video che proponiamo ci fa capire che non è certo solo una questione di arredi: la dirigente della scuola protagonista di questa testimoninanza parla della necessità di assicurare agli studenti un ambiente che permetta di accompagnre i loro bisogni. A volte di stare soli nel proprio guscio, altre volte lavorare in gruppo nello spazio ampio della classe, altre volte ancora muoversi in modo individuale, associandosi spontanemanete agli altri in un processo che la Dirigente definisce di "impollinazione": si condivide il proprio lavoro con altri, si ascolta, si discute....

Comprate sedie, banchi e divani, la sfida diventa quella di progettare attività didattiche che vengono condotte avendo come fuoco i bisogni degli studenti. Un suggerimento viene dal Modulo Pedagogico EPICT dove si descrive quello che è abbiamo definito Metodo SOAP (Stesso Obiettivo Attività Personalizzate)....tutti indirizzati a un unico obiettivo di competenza, ma diverse attività didattiche proposte dall'insegnante che governa con sicurezza le diverse attività che gli studenti realizzano.