Article

Conferenza Europea ATEE - Insegnare le lingue con le tecnologie digitali

Abbiamo presentato la Certificazione EPICT come "vademecum" per la progettazione di lezioni con metodologie innovative al convengno europeo ATEE "Teaching and learning Languages Post Covidly" .  Il fuoco dell'intervento è stato sulle metodologie innovative per l'insegnamento delle lingue straniere usando gli strumenti e ambienti considerati dai Moduli del nostro Syllabus, rapportati al framework DigCompEdu.

Il valore del Syllabus EPICT. Il valore che ne è emerso è la validità del Syllabus come  strumento che guida la formazione degli insegnanti ma anche come strumento di metacognizione cioè consapevolezza del docente rispetto alle scelte da fare per attuare una didattica ottimale rispetto agli obiettivi, alle tecnologie a disposizione, ai vincoli degli specifici contesti.

Un esempio tratto dall'esperienza di Michela Chiappini (docente di inglese e facilitatore EPICT), autore con Angela Sugliano (anche lei facilitatrice EPICT e coordinatrice dell'Editorial Board dell'Associazione per i Manuali EPICT) dell'intervento al convegno ATEE?

Un docente che registra video-lezioni da fornire come podcast ai propri studenti, se è consapevole di stare agendo all'intreno dell'Area di competenza "Digital Resources" di DigCompEdu e se segue come linee guida gli elementi del Syllabus EPICT del Modulo 13, ha tutti gli strumenti per agire sicuro, in qualità risparmiando tempo ed energie che può dedicare a concentrarsi all'insegnamento della propria disciplina e all'educazione alle iportanti soft skills per la didattica.

Per i soci dell'Associazione, le slide presentate sono a disposizione in myEPICT nel Network Lingue straniere e tecnologie digitali