Article

BES, Videoscrittura e Intelligenze di Gardner: un'esperienza

La complessità della società di oggi si riflette anche nella composizione delle classi che vivono Bisogni Speciali sempre più variegati e sovrapposti. In questo contesto  la personalizzazione delle proposte all'interno degli scenari didattici sta diventando un'esigenza sempre più forte per l'insegnante che desidera raggiungere "tutti" i suoi studenti. Una proposta efficace e stimolante che può supportare il docente in questo compito è la teoria delle intellingenze multiple di Howard Gardner. Questo approccio permette di
vedere nelle differenze la forza dei propri studenti e nella personalizzazione del compito la via per stimolare, e sfruttare, le risorse di ciascuno. La teoria delle intelligenze multiple integrate alle tecnologie per la didattica si rivelano un'occasione imperdibile per l'insegnante "tecnocostruttivista" che disegna scenari didattici nell'ottica dell'inclusione e della valorizzazione.

Una semplice, ma efficace, unità didattica basata su un foglio di videoscrittura permette di lavorare sulle intelligenze di Gardner. Eccone un esempio reale erogato in una classe quinta descritto sinteticamente.
L'obiettivo didattico da perseguire era il potenziamento sulle parti del discorso. Gli studenti, dopo esser stati eruditi sul progetto, hanno eseguito un test per rilevare la tipologia di intelligenza e quindi suddivisi in gruppi per caratteristica comune. Ad ogni gruppo è stata assegnata una consegna diversa in base alla tipologia di intelligenza rilevata. Un gruppo aveva il compito di scrivere una filastrocca, puntando sull';intelligenza musicale e intrapersonale, un gruppo di scrivere una storia sulle parti del discorso, mettendole in relazione e trovando gerarchie e connsessioni, sfruttando l'intelligenza interpersonale e logica, e un terzo gruppo di creare schemi e mappe, sfruttando l'intelligenza analitica e verbale. Ogni gruppo ha lavorato sul programma di videoscrittura producendo dei documenti che a fine lavori sono stati condivisi alla classe attraverso una presentazione orale. Infine l'insegnante ha unito gli artefatti creati dai gruppi in unico file PDF condividendolo attraverso cloud e permettendo così a tutti di avere il lavoro: storie, filastrocche e schemi sono venuti utili anche per il ripasso estivo!

In questo scenario di apprendimento è stato scelto di utilizzare il programma di videoscrittura perché soddisfava il prerequisito di padronanza tecnologica intermedia con utilizzo autonomo.

Questo approccio ha permesso di co-costruire le conoscenze e di includere ogni studente attraverso le sue specifiche risorse valorizzandone i punti di forza, inoltre ha permesso di attivare percorsi metacognitivi, risorsa inestimabile per gli alunni con Bisogni Speciali.

[Stefania Isolabella - Associazione EPICT Italia]